Streghe Lettrici... #ontheroad: #SalTo18

#SalTo18 ovvero Salone Internazionale del Libro di Torino dal 10 al 14 maggio 2018

Tre giorni dal sapore magico, tre giorni di camminate infinite, tra gli stand e gli immensi padiglioni, cercando di non rimanere travolta dal fiume di gente che questo evento mobilita.
Tre giorni passati a scovare nuove letture, ad abbracciare vecchi amici, a scoprire nuove amiche, nonché college durante uno splendido incontro tra book blogger.
Insomma, tre giorni di pura emozione, ma andiamo con ordine.

Il delirio del mio primo giorno
Il mio #Day1 è coinciso con una delle due giornate più caotiche possibili, sabato 12 maggio, soprattutto perché, vista la distanza geografica che separa la Toscana dal Piemonte, il viaggio è stato lungo anche se comodo. Sono arrivata nel primissimo pomeriggio alla stazione di Torino Lingotto, giusto il tempo di raggiungere l'albergo, fortunatamente di fronte alla passerella olimpica che mi ha permesso di arrivare in pochissimi minuti di fronte agli ingressi dedicati del Lingotto Fiere anche perché, avevo un discreto programmino di incontri per il pomeriggio, ma soprattutto una borsa carica di libri da farmi autografare. Perché #SalTo è anche questo!!!
Fortunatamente ho beccato uno dei pochi momenti in cui non ci fosse una particolare fila ai controlli, così in pochi minuti ho ritirato il mio pass stampa e l'avventura è iniziata! Dato quindi l'anticipo sulla tabella di marcia, ho pensato bene di passare subito da uno dei miei stand preferiti, quello della DZ Edizioni, e vi lascio immaginare la mia gioia di fronte alle loro splendide pubblicazioni, e agli autori sempre sorridenti e pronti a intrattenersi con vecchi e nuovi lettori.
I baci e gli abbracci si sono sprecati e, anche se mi ero ripromessa di dedicare il giorno successivo ad acquisti oculati, dato che ho la tendenza a compare intere valigiate di libri, ma non ho saputo resistere al richiamo di titoli che erano nella mia wish list già da un po'. Così prima che diventassero dei Sold Out mi sono accaparrata i primi 6 titoli, la maggior parte delle quali potrei definirle riconferme, poiché sono nuovi e vecchi titoli di autori che ho già avuto lo splendido onore di apprezzare, come Daniel Di Benedetto autore di Waiting e di cui ho subito divorato Per non perderti acquistato insieme al nuovissimo Il senso della colpaGiacomo Ferraiuolo, dopo Nora non potevo lasciarmi scappare Non devi dormire e Melissa Pratelli, scoperta un anno fa grazie ad Ancora un po' di Charlie, riconfermatasi con Dillo alla luna e presente col suo nuovissimo È tutto qui.

A loro ho aggiunto due new entry, ovvero Jordan River con il suo Daanan - Il destino degli uomini e Lucia Guglielminetti e il suo Versus. Ovviamente non mi sono lasciata scappare l'opportunità di avere la dedica su ogni volume, ma queste non ve le svelerò mai, neppure sotto le più atroci torture, perché alcune sono così speciali da esserne gelosa. 
Dopo questa sosta mi sono concessa un salto allo stand Delrai Edizioni a salutare e riabbracciare la dolcissima Natascia Luchetti che, dopo il suo Dracula scoperto alla scorsa edizione mi ha fatto l'onore di autografarmi anche i due nuovi titoli Il battesimo di sangue e Van Helsing
Questi momenti di rincontri mi hanno permesso di riuscire a far volare il tempo in attesa di riabbracciare Alice Basso presente per una conferenza, ma soprattutto di essere presente al firma copie di Alessandra Angelini allo stand della Newton Compton Editore insieme a moltissime sue colleghe. 
Le chiacchiere, i saluti, le attese in fila per avere la propria dedica mi hanno portata rapidamente al tardo pomeriggio, facendomi calare addosso una stanchezza che non credevo di poter provare, ma credetemi, anche se non sembra, gironzolando tra stand e padiglioni si percorrono veramente km e km!

L'emozione del secondo giorno
Il #day2 si è aperto all'insegna degli abbracci e dei "finalmente!", perché vi svelerò un piccolo segreto, fino a domenica 13 maggio, io e la mia splendida Streghetta Aiutante Isa Austen, pur essendo affiatatissime e in perfetta sintonia, non ci eravamo mai incontrate di persona, vivendo io in Toscana e lei nella splendida Sicilia. Oltretutto Isabella è stata l'anello di congiunzione per tante mie scoperte librose, quindi capite bene come potessimo sembrare due ragazzine in un magnifico e luccicante luna park, accompagnate dalla sua dolcissima e simpaticissima sorella Laura.
Isabella mi aveva già detto che al suo arrivo la primissima cosa che avremmo dovuto fare sarebbe stato raggiungere lo stand di AB Editore per partecipare a un incontro tra book blogger. Ecco, se all'inizio mi sentivo vagamente intimidita, ben presto ho avuto la sensazione di essere a casa, circondata da altre ragazze che come noi hanno una grandissima passione per i libri e la lettura. È stato bello raccontarsi come ognuna di noi ha avuto l'idea di aprire un blog, come lo gestisce, come si comporta di fronte a determinate circostanze e, quello che alla fine è emerso uguale per tutte è che, facendolo per passione, ci lasciamo totalmente guidare dal dolce richiamo dei libri.
La giornata è poi proseguita alla scoperta di piccoli e grandi stand, alla ricerca di altre amiche scrittrici o responsabili di uffici stampa che, dopo tanti contatti sui social, non potevamo non conoscere personalmente. Anche questa è la forza di questo enorme evento, movimentare e far incontrare persone che magari durante il resto dell'anno abbiamo modo di sentire solo online.

Il tempo in compagnia di Isabella e Laura però è volato troppo velocemente e, anche a causa della distanza e, ammettiamolo, degli scarsi collegamenti tra le varie zone d'Italia, le ho dovute salutare troppo presto, ma le emozioni e le risate condivise mi hanno accompagnato fino alla fine della giornata.
Giusto il tempo di fare una nuova capatina da Delrai Edizioni a riabbracciare Barbara Bolzan e impossessarmi degli ultimi due volumi della sua Rya Series, ovvero Deception e Awaken, e tornare alla DZ Edizioni che ospitava anche l'associazione culturale Nati per Scrivere e il suo presidente Alessio Del Debbio di cui, dopo Berserkr non mi sono lasciata sfuggire la sua serie Ulfhednar War composta da La guerra dei lupi e I figli di Cardea.

La malinconia dell'ultimo giorno
Il #day3 è stato tutto all'insegna dei saluti, degli abbracci e della malinconia, perché non importa se coincide con il giorno di chiusura dell'evento, è pur sempre il tuo ultimo giorno e lasci amici ed emozioni che ti hanno tenuto compagnia così a lungo che hai quasi la sensazione di far loro uno sgarbo ad andartene prima che abbiano ufficialmente scritto la parola fine. Ma come sempre non è un addio, con alcuni di loro è la promessa di rivedersi il prossimo anno, alla prossima edizione, con altri è un appuntarsi i prossimi eventi perché ormai si è così legati che diventa una tradizione e, a volte, quasi un bisogno fisico quello di riversi al primo evento possibile, perché alle belle emozioni, alle belle persone, non si può voltare semplicemente le spalle dicendo "grazie, è stato un piacere, arrivederci", ma si deve sorridere, magari anche con un pizzico di lucciconi agli occhi, e dire "oh mi raccomando, ci vediamo il... a... non puoi mancare"!!!
Ed eccoci alla fine, sulla strada del ritorno a casa, mentre condivido tutta questa magia con voi mie amate Streghette e Stregoni, una magia nata e alimentata in primis dai libri e poi dalla purezza delle nostre passioni, quindi non mi resta altro da dirvi che... dal #SalTo18 è tutto e, in attesa del prossimo #OnTheRoad libresco, darvi appuntamento al #SalTo19 dal 9 al 13 maggio.

Hocus Pocus
Piper Demonia Hale

Post popolari in questo blog

Recensione: I Primi Tornarono A Nuoto di Giacomo Papi

Recensione: L'uomo del bene e del male di Giorgio Gavina

Recensione: Ancora un po' di Charlie di Melissa Pratelli