Recensione: Silix di Emanuela Riva


TITOLO: Silix
AUTORE: Emanuela Riva
EDITORE: Selfpublishing
PREZZO CARTACEO: € 7,29
PREZZO EBOOK: € 0,99
PAGINE: 215
GENERE: Fantasy – Urban - Paranormal
DATA DI PUBBLICAZIONE: 28 ottobre 2017
ISBN: 9781973221166
VALUTAZIONE: ♥ ♥ ♥ ♥

TRAMA
Siamo in un mondo nel quale l'infelicità si propaga di cuore in cuore come un parassita. La specie umana sopravvive solo per merito dei Silix, creature della pioggia che vivono in un mondo parallelo al nostro, con il compito di incorporare l'infelicità degli uomini. Il Re dei Silix, per salvare la donna che ama, ordina a Mily, la più giovane tra i Silix e legittima erede al trono come sua regina, di andare sulla Terra per incorporare la tristezza di Eric, che si trascina dietro un passato fatto di abusi e violenze.

EricNon ero una persona da amare, perché io stesso non ero più in grado di dare amore al prossimo, soprattutto di darlo a me stesso. Mi odiavo nel profondo. Se non fossi mai esistito, molto probabilmente mia madre sarebbe stata ancora viva. Io l'avevo uccisa. Io portavo solo dolore. Guardai Jem che aveva il viso rigato dalle lacrime, sentendomi subito uno stronzo. Che cosa mi era preso? Quando si voltò correndo in direzione delle sirene di Scotland Yard, mi pietrificai. Avrei voluto seguirla, rapirla tra le mie braccia per chiederle di perdonarmi e di restare con me. Ancora una volta avevo rovinato tutto.

Mily/JemUna lacrima solitaria scese silenziosa a rigarmi la guancia. Speravo con tutta me stessa di poterlo rivedere, immergermi nel color cioccolato dei suoi occhi, di sentire il suo respiro caldo su tutto il mio corpo. Volevo riprovare quel sentimento che tutti gli umani chiamavano Amore. Da poche ore il destino ci aveva separato e già mi mancava terribilmente. Non mi aveva rincorsa, però. Poteva significare che di me non gli importava niente. Forse era meglio così. Anzi, non avrei mai dovuto provare certi sentimenti per un umano. Dovevo dimenticarlo. Non potevamo stare insieme e vivere come una semplice coppia. Lui sarebbe impazzito per colpa mia, di quello che sono.

***Nota: Il romanzo tratta contenuti delicati. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.*** Autoconclusivo

APPROFONDIMENTO
Quando Emanuela Riva mi ha detto che aveva ultimato un nuovo romanzo confesso che non stavo più nella pelle all'idea di leggerlo. Ricordando ancora le emozioni provate con Adam e Emma, non mi aspettavo niente di meno intenso dalla storia di Eric e Mily/Jem. Confesso che l'ho letteralmente divorato e che ho avuto bisogno di metabolizzare un po' la storia e le emozioni provate perché non mi sentivo ancora pronta a condividerle. Silix è un fantasy diverso dal solito, con una tematica di fondo, violenza e criminalità, indubbiamente forte per questo genere letterario, ma Emanuela ha saputo affrontarla con intelligenza ed anche delicatezza. Immergersi nel mondo parallelo in cui vivono Mily/Jem e i Silix equivale a lasciarsi trasportare in un meraviglioso sogno ad occhi aperti. Un mondo puro, con una natura rigogliosa e rigeneratrice e animali fantastici su cuoi correre sognando. La nuova discesa poi di Mily/Jem sulla terra è quasi come se trasportasse il lettore dalla luce all'oscurità e, questa sensazione mi ha accompagnata almeno finché Mily/Jem non entra un po' più stabilmente nella vita di Eric, a volte però le tenebre sono più forti della luce, o almeno ci provano. Dopo disavventure ed inaspettati colpi di scena, quando si è pronti a godersi quel finale tanto atteso e sperato ecco l'ennesimo colpo di scena in grado di sconvolgere tutto. Confesso che, anche se non è il finale che forse, di primo acchito, avrei voluto, non mi ha affatto delusa, piuttosto mi ha emozionata, commossa e si anche fatto sognare in un certo senso. Ancora una volta Emanuela Riva ha mantenuto tutte le aspettative, facendo oltretutto un bel salto nel buio con questa storia ma che sento di poter consigliare a chiunque voglia leggere un nuovo fantasy avvincente, diverso dal solito, e pieno di vibranti emozioni!

Hocus Pocus
Piper Demonia Hale

Post popolari in questo blog

Recensione: I Primi Tornarono A Nuoto di Giacomo Papi

Recensione: L'uomo del bene e del male di Giorgio Gavina

Recensione: Ancora un po' di Charlie di Melissa Pratelli