Recensione: Se ragioni ti sposo di Roberta Amorino

TITOLO: Se ragioni ti sposo
AUTORE: Roberta Amorino
EDITORE: Eracle
PREZZO: € 12.00 (cartaceo) - € 8.99 (e-book)
PAGINE: 104
GENERE: Romance – Ironico
DATA DI PUBBLICAZIONE: 1 gennaio 2011
ISBN: 9788896561430
VALUTAZIONE: ♥ ♥ ♥ ♥


TRAMA
Come trasformare il piccolo cruccio della ricerca dell’altra metà della mela, in una partita di mele “marce”, è un’operazione condotta dall’autrice con magistrale ironia. Dissacrante nel sostituire ad una romantica ma comune eroina, una più moderna ed originale protagonista, l’autrice intraprende un esilarante viaggio telematico che porterà alla conoscenza di personaggi al limite del ricovero. Ci si imbatterà in nevrotici d’ogni sorta che si identificheranno di volta in volta con il prototipo del latin lover decaduto, suscitando gustosissimi equivoci nei quali sembrerà sguazzare e divertirsi perfino la protagonista.

APPROFONDIMENTO
La mia sfrenata passione per la lettura mi ha portato a lavorare con passione in una libreria, e non perdo occasione per scovare qualcosa di nuovo da leggere e magari proporre ai miei affezionati clienti, o al club di lettura. È proprio con questo spirito che, quando ho conosciuto attraverso i social network questa giovane e brillante autrice, non mi sono certo fatta pregare per leggere la sua ultima fatica. Normalmente, quando mi capita di leggere qualche autore più o meno sconosciuto, affronto le pagine con molta cautela, perché non so bene cosa aspettarmi e non vorrei restare delusa, ma finora il mio istinto di lettrice non mi ha mai tradita! Quando ho iniziato a leggere le avventure, anzi è proprio il caso di dire le disavventure, sentimentali della nostra protagonista, temevo di fatica un po’ ad entrare nel clima del romanzo, invece devo confessare che Roberta Amorino ha una mano magica. In pochissime pagine è riuscita a risucchiarmi tra le sue parole e a non farmene uscire più fino all’ultima riga. In pochi sono riusciti a farmi sorridere dalla prima all’ultima parola, confesso che a tratti mi sono fatta proprio delle grasse risate, non tanto sulla povera protagonista, che purtroppo sembra riuscire ad attirare solo uomini con svariate nevrosi e strani tic, quanto perché è letteralmente impossibile non immedesimarsi nelle varie situazioni. A tutte noi, perennemente alla ricerca del principe azzurro, è capitato di inciampare in qualcuno di questi “rospi”. Abbiamo sognato che il nostro bacio potesse trasformarli nell’uomo dei nostri sogni, ma quell’incantesimo sembra essere destinato solo al mondo delle favole, e allora, perché non consolarci facendoci della sane risate?

Hocus Pocus

Piper Demonia Hale

Post popolari in questo blog

Recensione: I Primi Tornarono A Nuoto di Giacomo Papi

Recensione: L'uomo del bene e del male di Giorgio Gavina

Segnalazione: I doni delle fate - Cronache dal mondo perduto di Valeria Chiaradia